HOME

EMAIL
HOME
NUOVO
CORE ENERGETICA
CON
SILVIA RISSONE GATTI
NEW
CORE ENERGETICS
WITH SILVIA RISSONE GATTI
INFORMAZIONI
GALLERIA
PROGRAMMA
Prossime esposizioni:
 
ANGOLO COMMERCIALE
ESPOSIZIONI PASSATE:
DINA MORETTI 2015
TOMMASO SANTUCCI
2015
GIOVANNI ZGRAGGEN
2014
DIANA WILD  2014
OPEN GALLERY
6 LUGLIO 2014
TEATRO CON-CRETA 2014
MARCELLO TOGNI 2013
ANNA SALA 2013
EVA ANTONINI 2012
IMRE REINER 2012
MARISA ALTEPOST 2011

EVA ANTONINI 2011

VINCENZO ALTEPOST 2011
SILLI TOGNI 2010
PIETRO SALATI 2010
GIULIANO TOGNI 2008
FIORENZA CASANOVA 2008
CORNELIA FORSTER 2007
LUIGI TADDEI 2007
MARIO AGLIATI 2006

GRYTZKO MASCIONI 2006


EMILIO RISSONE 2006
EMILIO RISSONE 2005
FREDI SCHAFROTH 2005
JEAN MARC BUEHLER 2005

MARCO PIFFARETTI 2005
GIANNI GIANELLA 2004
RAFFAELLO OSSOLA 2004
EMILIO RISSONE 2004
FELICE FILIPPINI 2004
HANS BRUN 2003
CORNELIA FORSTER 2003
MANIFESTI SVIZZERI 2003
EMILIO RISSONE 2002
 
LINK D'ARTE

Hans Brun

Biography
Hans Brun
 

To the next picture - Zum nächsten Bild - Alla prossima immagine - À la prochaine image

SITEMAP
 

HOME ARTIST

Biografia Hans Brun

Nasce a Hohenrain vicino a Lucerna nel 1939, da piccola famiglia contadina.

Hans Brun inizia molto presto a disegnare e dipingere, dapprima – non potendo disporre di tele – solo su cartone. A 17 anni si reca in bicicletta a dipingere nel Lötschental, dove viene fermato dalla polizia che lo crede fuggito di casa.

Suo primo maestro è Max von Moos alla Scuola di Arti e Mestieri (Kunstgewerbeschule) di Lucerna, scuola che interrompe a causa della sua attrazione per il sud. Tra il 1958 e il 1961 soggiorna a varie riprese in Provenza, Corsica e Toscana, aiutando i contadini nei campi e dedicandosi nei momenti di ozio al disegno, agli schizzi in inchiostro di china ed agli acquerelli.

Dal 1960 si reca varie volte a Parigi e frequenta clandestinamente l’Ecole des Beaux Arts, dove conosce la pittrice taiwanese Lifang, che sposa nel 1962. A Parigi subisce l’influenza della pittura astratta, quella forma di espressione artistica indipendente da un soggetto, che praticherà sino alla fine degli anni sessanta. Il punto di partenza di queste opere è però sempre un soggetto figurativo, reso irriconoscibile nelle forme ma a volte intuibile dai colori, corrispondenti o simili alla realtà.

Ritornato in patria con Lifang, si installa dapprima a Sempach dove nasce, sempre nel 1962, il figlio Theobald. Nel 1965 è nuovamente attirato dal sud e si trasferisce con la famiglia in Ticino, dapprima a Riva San Vitale, poi a Corteggia (nel 1966) ed infine a Castel S. Pietro (nel 1971). Abbandonato lo stile astratto riprende a dipingere in modo figurativo, prediligendo nature morte, paesaggi ed autoritratti. Dipinge in uno stile autonomo, a volte simile a quello impressionistico, ma spesso di matrice espressionista.

A partire dalla metà degli anni ottanta il suo stile diventa più "metafisico" e geometrico, ma questo nuovo elemento non è presente sistematicamente in tutte le opere. Spesso con pochi mezzi e confrontato con problemi di salute, Hans Brun vive fuori dal tempo a Castel S. Pietro e viaggia sempre meno, tranne due brevi soggiorni a Mallorca (1988) e Venezia (1993).

Elenco mostre personali Hans Brun
(spesso con la moglie Lifang)

1964 Galleria Meier, Sursee

1970 Galleria della Buffalo University, New York, USA

Galleria Marino, Locarno

Galleria Bertram, Burgdorf

Galleria Marghitola, Lucerna

Bernerhof, Interlaken

1971 Museo cittadino, Sempach

1972 Gewerbehaus Gyso, Zurigo

Scuole Sempach-Station

1973 Scuole Sempach-Station

1974 Scuole Sempach-Station

1975 Baumesse, Berna

Scuole Castel S. Pietro

Galleria Riva, Mendrisio

1976 Scuole Felsenegg, Sempach

Galleria Marghitola, Lucerna

1977 Galleria Unterburg, Regensberg, Zurigo

Aula magna del ginnasio di Hochdorf, Lucerna

1978 Galleria Re di Sces, Castel S. Pietro

Galleria Banca Unione di Credito, Lugano

Kurhotel Serpiano, Meride

Centro Termale, St. Moritz

Palazzo cittadino (Rathaus), Sursee

1979 Hotel Alpenblick, Weggis, Schwyz

Zyt Galerie, Sempach

Banca Popolare Svizzera, Hochdorf, Lucerna

1980 Galleria Unterburg, Resensberg, Zurigo

Kurhotel Serpiano, Meride

1981 Zyt Galerie, Sempach

Galleria Spörri, Lugano

1982 Centro Termale, St. Moritz

Kommende, Hohenrain, Lucerna

1983 Galerie Cluny, Ginevra

Zyt Galerie, Sempach

Kurhotel Serpiano, Meride

1984 Mostra nell’atelier, Castel S. Pietro

1985 Zyt Galerie, Sempach

Mostra nell’atelier, Castel S. Pietro

1986 Galerie ad hoc, Hochdorf, Lucerna

Kurhotel Serpiano, Meride

Tribunale commerciale (Handelsgericht), Zurigo

1987 Hotel Olivella, Morcote

Galerie Wiedingstr. 97, Zurigo

1988 Galleria Casa Domenica, Arosio

Galerie Wiedingstr. 97, Zurigo

1989 Galerie d’Art Les Mouettes, Losanna

1990 Galerie ad hoc, Hochdorf, Lucerna

Galerie Bären, Rothenburg, Lucerna

1991 Galleria Rosso-Blu, Corteggia, Mendrisio

1992 Wirtshaus Herlisberg, Herlisberg, Lucerna

Galleria Rosso-Blu, Corteggia, Mendrisio

1993 Galerie Bären, Rothenburg, Lucerna

Galleria Rosso-Blu, Corteggia, Mendrisio

1994 Galleria Rosso-Blu, Corteggia, Mendrisio

1995 Galerie ad hoc, Hochdorf, Lucerna

Palazzo Torriani, Mendrisio

1996 Galerie Bären, Rothenburg, Lucerna

1997 Galleria al Parco, Locarno

Galleria Nuova, Mendrisio

1999 Galerie Bären, Rothenburg, Lucerna

Scuole Castel S. Pietro

Elenco esposizioni collettive Hans Brun

1963/64/66 Ausstellung der Zentralschweiz, Kunstmuseum, Lucerna

1982, 1985 Arte Alpina Svizzera, Bienne, e Museo Malpensata, Lugano

1983 Mostra regionale del disegno, Sala Diego Chiesa, Comune di Chiasso, 3.12.1982-6.1.1983

1984 Künstler aus dem Tessin, Galerie am Platz, Eglisau

1985 Mostra di Artisti della Valle di Muggio, Ieri e Oggi, 5.8-17.9.1989, Salone Stella, Muggio

1991 KünstlerInnen im Mendrisiotto, Galerie ad hoc, Hochdorf, 3.5.-1.6.1991 (con Lifang, Petra e Max Weiss)

1993 Scuole Castel S. Pietro (con R. Ortelli, L. Funk, L. Figini ed altri)

1994 Zentrum Schenkon (con Lifang e Petra Weiss)

Opere collezionate da

Clienti istituzionali, tra i quali SIKA AG, GYSO AG, Konkordia Assicurazioni, UBS SA, Hochdorf e privati in Svizzera e all’estero.

Riconoscimenti

1958 1° premio del concorso di grafica del Museo dei Trasporti, Lucerna, che adotta il progetto di Hans Brun quale stemma del museo.

Bibliografia

1966 Gualtiero Schönenberger, L’opera di Hans Brun, pubblicato dalla Galleria Marino, Locarno 1966, 4 pag.

1983 Catalogo della mostra regionale del disegno, Sala Diego Chiesa, Comune di Chiasso, 1983, pag. 10-11 (Val Bavona 1982).

1984 Catalogo della mostra "Künstler aus dem Tessin", pubblicato dalla Galerie am Platz, Eglisau 1984, pag. 8.

1991 KünstlerInnen im Mendrisiotto, pubblicato dalla Galerie ad hoc, Hochdorf 1991, pag. 8.

1991 Dizionario degli artisti svizzeri 1980-1990, Istituto Svizzero di Studi d’arte, Frauenfeld 1991, pag. 79.

 

004191 971 40 42
info@galleria-sestante.ch 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Galleria d'arte Sestante